Turismo, Consiglio Regionale approva la nuova legge

Turismo, Consiglio Regionale approva la nuova legge

Il Consiglio Regionale, nella serata di mercoledì 16 settembre, ha approvato la nuova Legge lombarda su Turismo e Attrattività, con 40 voti a favore e 26 contrari. 

Il provvedimento, che ha visto Confcommercio Lombardia impegnata da otto mesi con le Categorie interessate (Federalberghi, Fipe, Fiavet, Rescasa, Faita, Confguide, AINeT, Federviaggio), riguarda tutti gli ambiti normativi del settore: governance, promozione, classificazione e requisiti della ricettività alberghiera e non, imprese e professioni turistiche, controlli, vigilanza e sanzioni.

L'aggiornamento normativo è sostenuto anche da un importante contributo di 25 milioni di euro in 3 anni per sviluppo, innovazione e digitalizzazione del comparto.

Positivo il commento del vicepresidente vicario di Confcommercio Lombardia Renato Borghi: "Il provvedimento approvato non è che l'inizio di un percorso di valorizzazione delle oltre 60mila imprese lombarde del settore da completarsi con provvedimenti attuativi della legge, ma che riteniamo possa fin d'ora contribuire fattivamente alla crescita della destinazione turistica 'Lombardia'".

Buono anche il giudizio del direttore di Confcommercio Mantova Nicola Dal Dosso: “Rispetto al testo approvato il 30 gennaio scorso, la nuova versione della legge regionale sul turismo contiene ulteriori importanti modifiche migliorative sotto quasi tutti i punti di vista, segno che il lavoro svolto in questi otto mesi ha dato i suoi frutti. Lo spirito di fondo di questa legge, che condividiamo, è la volontà di disciplinare quelle forme di ricettività extra-alberghiera che finora operavano in una situazione di limbo normativo: si pensi ai bed and breakfast piuttosto che agli immobili dati in locazione ad uso privato, cui finalmente vengono date le prime regole. Sono estesi a tutte le strutture ricettive, a prescindere che esse operino in forma imprenditoriale o non imprenditoriale, infatti, alcuni oneri già in vigore per le attività alberghiere quali l’obbligo di comunicazione dei flussi turistici, di assicurazione sulla responsabilità civile, di denuncia degli ospiti alla pubblica sicurezza, il divieto di pubblicità menzognera con inclusione dell’offerta on-line, ed è previsto un inasprimento delle principali sanzioni in caso di violazione. Certo, ci sono aspetti che impattano maggiormente su alcune nostre categorie, ma nel complesso è una legge decisamente equilibrata, che ha il merito di occuparsi per la prima volta di situazioni finora lasciate nel far west più totale”.

Per richiedere la scheda tecnica che contiene le principali novità contenute nella nuova legge sul turismo contatta la Segreteria di Federalberghi Mantova. (tel. 0376 231226 - federalberghi@confcommerciomantova.it)